MANUTENZIONE CALDAIA
Rated 4/5 based on 38 reviews
›
›
^ Torna su
Username:  Password:
Privato  Azienda
rss  twitter   facebook
MANUTENZIONE CALDAIA TORNA INDIETRO
DATA: 28/03/2014
Riguarda ogni abitazione: la manutenzione periodica della caldaia. E' cambiata la normativa vigente, gli obblighi sono meno stringenti, ma attenzione alle dichiarazioni del produttore della caldaia sulla periodicità della manutenzione e del controllo della caldaia.
La manutenzione della caldaia è un controllo che viene eseguito nella propria caldaia o nella caldaia condominiale e serve a verificarne l'efficienza sia in termini di consumi che di funzionamento.
MANUTENZIONE CALDAIA: tecnico alla manutenzione La caldaia d'inverno funziona a “pieno regime” mentre in estate viene di solito usata solo per produrre acqua calda, quindi senza l'utilizzo della pompa di calore: proprio in questi mesi di non regime completo di lavoro potrebbero portare la vostra caldaia ad avere con i primi freddi e alla sua accensione totale dei malfunzionamenti e dei problemi nella bruciatura del combustibile.

Una attenta manutenzione quindi sarebbe sempre consigliata prima dell'inizio della stagione invernale: una operazione delicata che vi consigliamo di far eseguire da personale esperto.

CONTROLLI OBBLIGATORI DELLA MANUTENZIONE PERIODICA DELLA CALDAIA

Verranno controllati l'accensione, lo spegnimento e il funzionamento globale della caldaia: questo permetterà di evitare dispersioni che potrebbero essere dannose per la vostra incolumità.
Si procederà quindi ad una attenta analisi dei componenti della caldaia quali: verifica del perfetto funzionamento dei comandi, ricerca di possibili incrostazioni tra gli scambiatori e gli elettrodi, corretto isolamento dei tubi che trasmettono le acque ai termosifoni a ad impianti di riscaldamento a terra, controllo dei bruciatori e pulizia degli stessi, analisi dei fumi in caso sia prevista (viene comunque effettuata se i regimi di bruciatura del combustibile non danno parametri corretti in base alle leggi vigenti).
L'analisi dei fumi è un aspetto importantissimo nella manutenzione della caldaia e non da sottovalutare minimamente: una caldaia che brucia bene e secondo dei parametri corretti vi farà risparmiare notevolmente carburante e quindi costi di esercizio nonché vi renderà più sicuri.
Misurare la quantità e la qualità dei fumi emessi in atmosfera oltre che a rispettare l'ambiente dall'emissione di sostanze nocive ed inquinanti, risulta essere utile nei casi di caldaie a camera aperta dove potrebbero esserci dei ritorni di fumi nocivi all'interno dei locali deve la caldaia è ubicata, con conseguente pericolo per gli avventori di tali spazi.

Ogni quanto è obbligatorio fare la manutenzione della propria caldaia?
Le norme sui controlli sull'efficienza energetica sono variate con l'entrata in vigore del DPR 16 aprile 2013, n. 74 (GU n.149 del 27-6-2013). Particolare importanza riveste l'articolo 7 e in particolare due suoi commi:
"Le operazioni di controllo ed eventuale manutenzione dell'impianto devono essere eseguite da ditte abilitate ai sensi del decreto del Ministro dello sviluppo economico 22 gennaio 2008, n. 37, conformemente alle prescrizioni e con la periodicita' contenute nelle istruzioni tecniche per l'uso e la manutenzione rese disponibili dall'impresa installatrice dell'impianto ai sensi della normativa vigente.

Qualora l'impresa installatrice non abbia fornito proprie istruzioni specifiche, o queste non siano piu' disponibili, le operazioni di controllo ed eventuale manutenzione degli apparecchi e dei dispositivi facenti parte dell'impianto termico devono essere eseguite conformemente alle prescrizioni e con la periodicita' contenute nelle istruzioni tecniche relative allo specifico modello elaborate dal fabbricante ai sensi della normativa vigente".
I controlli possono essere effettuati da enti regionali, provinciali od anche comunali. Se risiedete in una delle seguenti province: Aosta, Novara, Trento, Udine, Ferrara, Brescia, Pisa o Pordenone potrete trovare ai rispettivi link esempi di richieste di preventivo che riguardano anche la manutenzione della caldaia, effettuate da altri utenti.

Per quanto riguarda il controllo dei fumi invece vi rimandiamo al DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 16 aprile 2013, n. 74 e in particolare vi citiamo l'Articolo 8 dove si evincono i tempi e i modi di attuazione.

Art. 8

Controllo dell'efficienza energetica degli impianti termici
1. In occasione degli interventi di controllo ed eventuale manutenzione di cui all'articolo 7 su impianti termici di climatizzazione invernale di potenza termica utile nominale maggiore di 10 kW e sugli impianti di climatizzazione estiva di potenza termica utile nominale maggiore di 12 kW, si effettua un controllo di efficienza energetica riguardante: a) il sottosistema di generazione come definito nell'Allegato A del decreto legislativo; b) la verifica della presenza e della funzionalita' dei sistemi di regolazione della temperatura centrale e locale nei locali climatizzati; c) la verifica della presenza e della funzionalita' dei sistemi di trattamento dell'acqua, dove previsti.
2. Le operazioni di cui al comma 1 sono effettuate secondo i rispettivi rapporti di controllo di efficienza energetica, come individuati all'Allegato A del presente decreto.
3. I controlli di efficienza energetica di cui ai commi 1 e 2 devono essere inoltre realizzati: a) all'atto della prima messa in esercizio dell'impianto, a cura dell'installatore; b) nel caso di sostituzione degli apparecchi del sottosistema di generazione, come per esempio il generatore di calore; c) nel caso di interventi che non rientrino tra quelli periodici, ma tali da poter modificare l'efficienza energetica.
4. Il successivo controllo deve essere effettuato entro i termini previsti a far data dalla effettuazione dei controlli di cui al comma 3.
5. Al termine delle operazioni di controllo, l'operatore che effettua il controllo provvede a redigere e sottoscrivere uno specifico Rapporto di controllo di efficienza energetica, come indicato nell'Allegato A del presente decreto. Una copia del Rapporto e' rilasciata al responsabile dell'impianto, che lo conserva e lo allega ai libretti di cui al comma 5 dell'articolo 7; una copia e' trasmessa a cura del manutentore o terzo responsabile all'indirizzo indicato dalla Regione o Provincia autonoma competente per territorio, con la cadenza indicata all'Allegato A del presente decreto. Al fine di garantire il costante aggiornamento del catasto, la trasmissione alle Regioni o Province autonome deve essere eseguita prioritariamente con strumenti informatici. Restano ferme le sanzioni di cui all'articolo 11 in caso di non ottemperanza da parte dell'operatore che effettua il controllo.
6. Il rendimento di combustione, rilevato nel corso dei controlli, misurato alla massima potenza termica effettiva del focolare del generatore di calore nelle condizioni di normale funzionamento, in conformita' alle norme tecniche UNI in vigore, deve risultare non inferiore ai valori limite riportati nell'Allegato B del presente decreto.
7. I generatori di calore per i quali, durante le operazioni di controllo, siano stati rilevati rendimenti di combustione inferiori ai limiti fissati nell'Allegato B del presente decreto, non riconducibili a tali valori mediante operazioni di manutenzione, devono essere sostituiti entro 180 giorni solari a partire dalla data del controllo. Ove il responsabile si avvalga della facolta' di richiedere, a sue spese, un'ulteriore verifica da parte dell'autorita' competente ai sensi dell'articolo 9, tale scadenza viene sospesa fino all'ottenimento delle definitive risultanze di tale verifica.
8. I generatori di calore per i quali, durante le operazioni di controllo, siano stati rilevati rendimenti di combustione inferiori a quelli fissati nell'Allegato B del presente decreto sono comunque esclusi dalla conduzione in esercizio continuo, di cui all'articolo 4, comma 6, lettera e).
9. Le macchine frigorifere e le pompe di calore per le quali nel corso delle operazioni di controllo sia stato rilevato che i valori dei parametri che caratterizzano l'efficienza energetica siano inferiori del 15 per cento rispetto a quelli misurati in fase di collaudo o primo avviamento riportati sul libretto di impianto, devono essere riportate alla situazione iniziale, con una tolleranza del 5 per cento. Qualora i valori misurati in fase di collaudo o primo avviamento non siano disponibili, si fa riferimento ai valori di targa.
10. Le unita' cogenerative per le quali nel corso delle operazioni di controllo sia stato rilevato che i valori dei parametri che caratterizzano l'efficienza energetica non rientrano nelle tolleranze definite dal fabbricante devono essere riportate alla situazione iniziale, secondo il piano di manutenzione definito dal fabbricante.

Va detto che molte regioni Italiano hanno deliberato delle loro tempistiche per ciò che riguarda la manutenzione della caldaia, mentre altre ancora non si sono adeguate: valutate ed informatevi bene quindi in base al vostro comune di residenza.

Importante resta quindi una buona scelta consapevole di quelli che possono essere i benefici e i rischi nel saltare una manutenzione: tenete conto che tutte le informazioni della vostra caldaia sono scritte nel suo libretto di manutenzione, nel quale vengono annotati dal bruciatorista i vari interventi fatti, le analisi ed eventuali sostituzioni di parti della vostra caldaia. Ricordiamo che il libretto è obbligatorio e viene rilasciato alla sua prima installazione, dove vengono spediti i dati a vari centri di raccolta(comuni, provincie etc) e dove vi viene rilasciata la conformità della stessa.
Nel caso di perdita del libretto della caldaia non preoccupatevi: dovrete semplicemente rivolgervi alla ditta costruttrice della caldaia e poi al vostro bruciatorista di fiducia o chi vi ha effettuato l'ultima revisione che lo ricompilerà secondo i parametri di legge vigenti. Ricordiamo che vi è l'obbligo per le ditte che effettuano la manutenzione della caldaia di tenere copia dei dati sulle caldaie per le quali è stata fatta attività di manutenzione.

QUANTO COSTA LA MANUTENZIONE DELLA CALDAIA?

CHIUDI 

PRIVACY POLICY DEL SITO INTERNET WWW.IDRAULICHE.IT

Si descrivono le modalità di gestione del sito in riferimento al trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano.
L'informativa è resa anche ai sensi dell'art. 13 del D. Lgs 30 giugno 2003 n. 196 "Codice in materia di protezione dei dati personali" a coloro che interagiscono con i servizi online di Costruttori.it, accessibili per via telematica a partire dall'indirizzo:

http://www.costruttori.it

L'informativa è valida per tutti i siti marchiati "by Costruttori.it".

IL "TITOLARE" DEL TRATTAMENTO
La consultazione di questo sito comporta il rilascio di informazione e dati personali.
Il "titolare" del loro trattamento è :

COSTRUTTORI s.r.l.
Via Europa, 108
31040 Giavera del Montello (Treviso)
tel. 0422.775465 - fax 0422.882380
p.iva e c.f. 04452480264
nella persona di Pocchiari Isabella (Ufficio Marketing)


LUOGO DI TRATTAMENTO DEI DATI
I trattamenti connessi ai servizi online di questo sito hanno luogo presso la predetta sede di COSTRUTTORI s.r.l. e sono curati solo dal personale tecnico incaricato del trattamento, oppure da eventuali incaricati di operazioni di manutenzione.

TIPI DI DATI TRATTATI E FINALITA' DEL TRATTAMENTO
Dati di registrazione
Le informazioni richieste in fase di registrazione verranno utilizzate sia per consentire l'accesso ai servizi online di COSTRUTTORI.it, sia per poter attivare, a titolo completamente gratuito, la cassetta di posta elettronica.
COSTRUTTORI s.r.l. per assicurare il corretto svolgimento di tutte le attività connesse o strumentali all'erogazione del servizio di posta elettronica potrà, ove necessario, comunicare i dati personali degli utenti ad altre società .
Inoltre, essendo la registrazione propedeutica per l'accesso ai servizi online, i dati personali dei clienti, effettuata la scelta del servizio e previa ulteriore informativa, verranno trattati per le finalità connesse e/o funzionali al servizio prescelto.
Nel caso i servizi prescelti siano gestiti da terzi, i dati verranno comunicati ai singoli gestori. Questi ultimi operano come "titolari" per il trattamento connesso all'erogazione dei servizi di propria competenza.

Dati di navigazione
I sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento di questo sito web acquisiscono, nel corso del loro normale esercizio, alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell'uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Si tratta di informazioni che non sono raccolte per essere associate a interessati identificati, ma che per loro stessa natura potrebbero, attraverso elaborazioni ed associazioni con dati detenuti da terzi, permettere di identificare gli utenti.

In questa categoria di dati rientrano gli indirizzi IP o i nomi a dominio dei computer utilizzati dagli utenti che si connettono al sito, gli indirizzi in notazione URI (Uniform Resource Identifier) delle risorse richieste, l'orario della richiesta, il metodo utilizzato nel sottoporre la richiesta al server, la dimensione del file ottenuto in risposta, il codice numerico indicante lo stato della risposta data dal server (buon fine, errore, ecc.) ed altri parametri relativi al sistema operativo e all'ambiente informatico dell'utente.

Questi dati vengono utilizzati al solo fine di ricavare informazioni statistiche anonime sull'uso del sito e per controllarne il corretto funzionamento e sono conservati per i tempi definiti dalla normativa legale di riferimento. I dati potrebbero essere utilizzati per l'accertamento di responsabilità in caso di ipotetici reati informatici ai danni del sito.

COOKIES
Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né vengono utilizzati c.d. cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti.

L'uso di c.d. cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e svaniscono con la chiusura del browser) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito.

I c.d. cookies di sessione utilizzati in questo sito evitano il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti e non consentono l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.

MODALITA' DEL TRATTAMENTO
I dati personali verranno trattati per mezzo di strumenti informatico/telematici e per finalità connesse e/o strumentali al servizio di Posta elettronica e degli eventuali altri servizi online o per la semplice navigazione sul sito, così come stabilito dalla legislazione italiana vigente; in particolare:
- per rendere possibile l'erogazione del servizio;
- per rendere possibile l'esecuzione degli obblighi legali previsti.
Il trattamento dei dati avverrà per mezzo di strumenti e/o modalità volte ad assicurare la riservatezza e la sicurezza dei dati, nel rispetto di quanto definito negli articoli 33 e seguenti del D. Lgs 30 giugno 2003 n. 196.

DIRITTI DEGLI INTERESSATI
I soggetti cui si riferiscono i dati personali hanno il diritto in qualunque momento di ottenere la conferma dell'esistenza o meno dei medesimi dati e di conoscerne il contenuto e l'origine, verificarne l'esattezza o chiederne l'integrazione o l'aggiornamento, oppure la rettificazione (art. 7 del D. Lgs 30 giugno 2003 n. 196).
Ai sensi del medesimo articolo si ha il diritto di chiedere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, nonché di opporsi in ogni caso, per motivi legittimi, al loro trattamento.
Le richieste vanno rivolte al titolare del trattamento presso la sua sede.
Il presente documento costituisce la "Privacy Policy" di questo sito.